GPL

Il G.P.L. gas di petrolio liquefatto, è un prodotto derivato da diversi idrocarburi, in particolare propano e butano, che miscelato con aria costituisce il migliore esempio di energia alternativa al gas naturale.Si estrae da quest’ultimo per il 53% e dalla raffinazione del petrolio per il restante 47%.

Perché utilizzare il G.P.L.?

Il G.P.L. si caratterizza per grande versatilità di impiego, dal riscaldamento alla produzione di acqua calda domestica, all’uso in cucina, sino all’utilizzo nel campo industriale, dell’artigianato e dell’allevamento. Il G.P.L. si presenta in forma gassosa, ma può agevolmente essere liquefatto attraverso una pressione moderata ed a temperatura ambiente. Viene sottoposta ad odorizzazione al fine di renderne la presenza avvertibile in ipotesi di perdite. Trasportato con facilità ovunque allo stato liquido, il G.P.L. è scaricato in bombole (miscela ca.75% di butano e 25% di propano) e serbatoi (ca. 95% di propano), per utilizzo domestico, industriale edagricolo. Nell’industria è possibile usufruire dell’incentivazione statale (defiscalizzazione). Il G.P.L. ha un potere calorifico superiore rispetto a quello dei carburanti tradizionali e copre il 3% c.a. di tutti i consumi energetici nazionali. Il G.P.L. è un combustibile unico per le sue caratteristiche, facile da stoccare e trasportare, facile da usare e sempre pronto all’uso in qualsiasi momento della giornata, alto potere calorifero, resa costante, sicuro, pulito, economico, proprietà che lo pongono in prima linea tra i combustibili puliti, utili e pronti per una crescita economica competitiva ma nel rispetto dell’ambiente.

FONTE ENERGETICA

POTERE CALORIFERO INFERIORE

RENDIMENTO MEDIO DELLA TRASFORMAZIONE

CALORIE UTILI

Propano

11.000 Kcal/Kg
21.950 Kcal/M3

85%

9.350

18.658

Butano

10.900 Kcal/kg
28.260Kcal/M3

85%

9.265
24.021

Metano

9.000 Kcal/M3

85%

7.650

Gasolio

10.200 Kcal/Kg

75%

7.650

Cherosene

10.350 Kcal/kg

75%

7.725

Legna

4.600 Kcal/Kg

45%

2.070

Coke

6.400 Kcal/Kg

50%

3.200

Energia Elettrica

860 Kcal/Kwh

100%

860

 

Il potere calorifico inferiore rappresenta la quantità di calore effettivo che si ottiene dalla combustione completa dell’unità di volume ovvero il m3 o di massa ovvero il Kg. del combustibile stesso. Il rendimento medio della trasformazione attiene l’impiego di normali apparati di combustione. Le calorie utili si ottengono mediante la moltiplicazione del potere calorifico inferiore e del rendimento medio della trasformazione.

Il G.P.L. per chi ama la natura

Trattandosi di un prodotto puro a combustione completa , senza scorie,  il G.P.L. occupa il primo posto tra i combustibili non inquinanti , e rappresenta per tanto un’ energia pulita,che brucia senza produrre fumi tossici o sostanze nocive. Il  tutto non solo contribuisce alla salvaguardia dell’ambiente, ma anche alla conservazione del buono stato degli impianti: non lascia infatti residui di combustione come incrostazioni, ceneri, o scorie.

IL GPL È IL COMBUSTIBILE PIÙ PULITO, INSIEME AL GAS NATURALE, TRA TUTTI I COMBUSTIBILI FOSSILI GRAZIE AD UNA COSTANTE INNOVAZIONE TECNOLOGICA (PRODUZIONE, TRASPORTO, STOCCAGGIO) CHE HA PORTATO IL PRODOTTO  AD AVERE UN IMPATTO AMBIENTALE SCARSAMENTE NEGATIVO.
I GAS PRODOTTI DALLA SUA COMBUSTIONE HANNO INFATTI RIDOTTE EMISSIONI DI:
• anidride carbonica (CO2)
• sostanze inquinanti (monossido di carbonio, idrocarburi incombusti, biossido di zolfo, ossidi di azoto, particolato o polveri sottili, composti organici volatili)

I VANTAGGI AMBIENTALI DERIVANO ANCHE DA:
• rapporto carbonio/idrogeno relativamente basso
• non è tossico
• non è corrosivo
• in caso di perdite accidentali  il G.P.L. non inquina terreno, acqua, falde acquifere

ED INOLTRE:
LA MOVIMENTAZIONE DEL G.P.L. AVVIENE A CIRCUITO CHIUSO PER CUI LE EMISSIONI DI VAPORI DI IDROCARBURI SONO TRASCURABILI.

Poiché il GPL è in fase gassosa a temperatura e pressione ambientali, esso non causa, in caso di rilascio accidentale, inquinamento di acque e suolo.
L’assenza di tossicità rende il G.P.L. adatto anche ad usi senza combustione, come per esempio il propellente per bombolette spray.
Il G.P.L. e i suoi derivati hanno sostituito da tempo (Protocollo di Montreal)  i CFC (clorofluorocarburi) usati in precedenza nelle bombolette spray e nei circuiti frigoriferi e che sono stati tra i maggiori responsabili del buco dell’ozono.

 Nei trasporti l’auto a G.P.L. è l’alternativa più valida alla benzina avendo potere calorifero maggiore del metano (a parità di peso caricato), senza i problemi di corrosione che sono dati da metanolo ed etanolo. Completamente assenti infatti: benzene, piombo e ipa (idrocarburi policlinici aromatici) e quasi nullo lo zolfo.

Le qualità ecologiche del G.P.L. nel settore trasporti sono suffragate da:
ANPA (AGENZIA NAZIONALE PER LA PROTEZIONE DELL’AMBIENTE, ANNO 2000)
“…viene dimostrato in modo inequivocabile un consistente beneficio economico-ambientale dell’uso del GPL rispetto alla benzina a parità di tecnologia del veicolo”
PARLAMENTO EUROPEO (COMMISSIONE CARBURANTI ALTERNATIVI):
“…il G.P.L. è tra le risorse disponibili che permetteranno di sostituire il 20% (obbiettivo dichiarato) dei carburanti convenzionali”

 

Comments are closed.